• Bilirubina totale bassa da cosa dipende

    Pubblicità

    Bilirubina totale bassa: l’eccessiva distruzione dei globuli rossi

    Controllare i livelli di bilirubina nel sangue è importante per valutare le condizioni di salute dell’organismo ed il suo funzionamento, quando la misurazione della bilirubina totale risulta bassa bisogna rintracciare le cause che determinano tale anomalia. È una condizione comune nella gravidanza, le donne infatti presentano una diminuzione dei valori di bilirubina totale almeno per i primi due trimestri dell’epoca gestazionale. Quando la bilirubina prodotta del catabolismo dell’emoglobina risulta bassa nel sangue allora si è verificata un’eccessiva distruzione dei globuli rossi e ciò provoca casi di anemia emolitica: questa condizione patologica può essere la diretta conseguenza di infezioni batteriche che si propagano nel midollo osseo, oppure dall’anomalo ingrossamento della milza, o per l’esposizione a radiazioni, in alcuni casi l’anemia emolitica può essere causata dall’ingestione di sostanze velenose o di alcune famiglie di farmaci come ad esempio i sedativi. Ulteriori informazioni utili sull’argomento si trovano su Bilirubina totale alta: le condizione che la favoriscono.

    Continue reading

    Published by:
  • Bilirubina totale alta: le condizione che la favoriscono

    Bilirubina totale alta quando si evidenzia

    Quando il processo di sintesi della bilirubina, sostanza di scarto prodotta dalla disintegrazione dell’emoglobina, presenta delle anomalie rispetto al normale si evidenziano dei livelli di bilirubina totale alta nel sangue: da questa misurazione si può risalire ai fattori che determinano l’alterazione, rilevando eventuali patologie epatiche o forme di anemia da tenere sotto controllo. In presenza di un valore elevato di bilirubina totale, che viene definito iperbilirubinemia, il paziente è soggetto a delle caratteristiche manifestazioni fisiche che danno luogo all’insorgenza dell’ittero, un disturbo traducibile nella colorazione giallastra della cute, anche la sclera oculare tipicamente bianca a causa dell’ittero diventa giallastra, a questi sintomi si aggiungono urine torbide e feci di colore molto chiaro. L’iperbilirubinemia è il segnale di diverse patologie che vengono identificate mediante la verifica di quali valori, se quelli della bilirubina diretta oppure se quelli della bilirubina indiretta risultano innalzati. La misurazione della bilirubina totale è elevata per alcune condizioni particolari come la gravidanza o per l’assunzione di farmaci contenenti nella formulazione sostanze quali: paracetamolo, tetracicline, sulfamidici, dicumarolo, antiblastici, salicilati, acido nicotinico; invece se il tasso è innalzato a causa di patologie le principali responsabili sono rappresentate da: neoplasie epatiche, cirrosi epatica, danni epatici, colestasi. Ulteriori informazioni su Bilirubina totale: valori e consigli.

    Pubblicità

    Continue reading

    Published by:
  • Bilirubina totale: valori e consigli

    Bilirubina totale: valori del test della bilirubinemia

    Nel referto dell’analisi di laboratorio con cui si indicano gli esiti del test della bilirubinemia viene riportato il valore della bilirubina totale che è la somma del livello di quella diretta e di quella indiretta. Nei soggetti adulti l’esame della bilirubinemia si esegue su un campione di sangue prelevato da una vena del braccio e generalmente viene indicato per rilevare la presenza di danni a livello epatico, da ascrivere ad eventuali forme di anemie emolitiche, formazioni di calcoli, ostruzione delle vie biliari, o anche problemi di tipo metabolico. Il range dei valori normali di birilubina totale nel sangue è compreso tra i 0,2 – 1,0 mg/dl, se si riscontra una misurazione alterata è opportuno analizzare i valori della bilirubina diretta e di quella indiretta: sono importanti entrambe le misurazioni per identificare la patologia che determina i valori che non rientrano nei livelli normali. Quando si registrano livelli innalzati di birilubina totale l’aumento può essere determinato da diverse tipologie di ittero, inoltre l’iperbilirubinemia può essere la causa diretta di malattie epatiche o extra-epatiche, non vanno poi trascurate le cause di tipo genetico. Se invece si evidenziano dei valori bassi allora il soggetto può soffrire di anemia oppure può aver assunto delle specifiche famiglie di farmaci che possono provocare un abbassamento dei valori della bilirubina totale. Si rinvia anche all’articolo Valori bilirubina alti e livelli normali.

    Continue reading

    Pubblicità
    Published by:
  • Bilirubina diretta bassa da cosa dipende

    Bilirubina diretta bassa: le cause

    Quando dall’esame del sangue si regista un livello di bilirubina diretta bassa risulta inferiore al tasso  di 0-0,2 milligrammi per decilitro di sangue, che rappresenta il valore normale di bilirubina diretta, ossia già trasformata dal fegato, che giunge poi nell’intestino, dove viene eliminata attraverso la flora batterica dove viene convertita in composti da eliminare con le feci, ed attraverso i reni insieme all’urina. È importante misurare almeno una volta all’anno i livelli di bilirubina nel sangue per verificare il grado di salute dell’organismo ed il suo stesso funzionamento: il soggetto si potrà così sottoporre allo specifico test di laboratorio che si chiama bilirubinemia, attraverso il quale si  individuano i livelli di bilirubina, evidenziano le eventuali anomalie che portano a dei livelli troppo elevati o inferiori, risalendo alle cause che determinano tali valori. Il medico prescrive il test della bilirubina insieme ad altri esami che permettono di testare la funzionalità epatica come ad esempio l’esame della fosfatasi alcalina e della transaminasi AST e ALT, normalmente questa serie di analisi viene suggerita a particolari categorie di soggetti: ai pazienti in cui si sospetta esposizione il virus dell’epatite; a chi evidenzia sintomi da poter attribuire ad eventuali danni a livello; ai pazienti con un  passato da alcolisti. Altre notizie su Bilirubina alta: definizione e diagnosi.

    Continue reading

    Published by:
  • Bilirubina diretta alta: da cosa dipende

    Bilirubina diretta alta: quando si evidenzia

    Quando la misurazione della bilirubina diretta risulta alta ciò può dipendere da diversi fattori: in alcuni casi l’innalzamento del tasso di questa sostanza è da correlare alla presenza di una patologia epatica, a volte invece può dipendere da un’anemia, o anche dall’uso di alcune famiglie di sedativi come ad esempio i barbiturici. Si possono monitorare i livelli della bilirubina attraverso una semplice analisi del sangue, in alcuni casi dei livelli di poco sopra al tasso di normalità possono dipendere da delle condizioni passeggere quali: casi di digiuno, un’eccessiva attività fisica, periodi di forte stress, assunzione di alcol, stadi febbrili, presenza di infezioni. L’aumento della bilirubina plasmatica è una condizione che si verifica comunemente anche nei neonati subito dopo la nascita: nei primi giorni dopo il parto si verifica l’ittero neonatale, in quanto il nascituro nel corso del suo soggiorno intrauterino presenta un numero maggiori di globuli rossi non necessari dopo il parto. Nei casi più preoccupanti l’innalzamento della bilirubina diretta è il campanello d’allarme che segnala la presenza di diverse patologie quali: varie forme di ittero; anemie; cirrosi; diversi tipi di epatite; accumulo di bile nel fegato; calcoli alla cistifellea; si possono anche manifestare colestasi dovute all’alterazione del flusso biliare; talvolta si evidenzia un’ostruzione delle vie biliari extraepatiche causata di solito dalla presenza di calcoli alla colecisti o colecistiti. Ulteriori informazioni su Bilirubina diretta: le cause dell’iperbilirubinemia. Continue reading

    Published by:
  • Bilirubina diretta: le cause dell’iperbilirubinemia

    Bilirubina diretta valori

    Il pigmento presente nella bile dell’uomo, prodotto a livello epatico dal sangue attraverso il processo di distruzione dell’emoglobina che si trova nei globuli rossi demoliti al termine del loro ciclo di vita che ha una durata di 120 giorni, è detto bilirubina diretta quando è formato dal fegato. Si evidenziano dei livelli elevati di bilirubina quando il fegato non lavora in maniera corretta a causa di diverse malattie oppure quando vengono distrutti globuli rossi in eccesso: queste condizioni provocano il blocco o la scarsa produzione di bilirubina causando il suo accumulo nel sangue e nei tessuti, si determina così la formazione dell’ittero che si evidenzia con la colorazione giallastra della pelle. Generalmente i valori normali inferiori si attestano tra i livelli di 0.2mg/100ml, quando si riscontrano dei valori superiori allora l’iperbilirubinemia segnala la presenza di determinate patologie quali: cirrosi epatica, epatite tossica, neoplasie epatiche, toxoplasmosi, non vanno trascurate forme gravi di infezioni. In particolare la bilirubina diretta aumenta come conseguenza dell’ittero ostruttivo, un fenomeno di tipo postepatico, inoltre l’iperbilirubinemia può essere determinata da un’insufficiente escrezione nelle vie biliari anche se con maggiore frequenza si registrano episodi di stasi biliare di origine intraepatica o extraepatica. Altre informazioni su Bilirubina alta cause: quali sono. Continue reading

    Published by:
  • Bilirubina molto alta: come intervenire

    Bilirubina molto alta: i casi di intossicazione

    La bilirubina presente in circolo nell’organismo di un individuo è prodotta dalla distruzione dei globuli rossi del sangue durante la fine del loro ciclo vitale o come conseguenza diretta della degradazione dell’emoglobina nel sistema reticolo-endoteliale. Quando si rivela una bilirubina molto alta potrebbe generarsi un processo di intossicazione che potrebbe delineare anche un quadro clinico alquanto grave: se il valore di bilirubina nel sangue ha un tasso superiore a 3 questa condizione determina un aumento di nocività, per questo viene prescritta una terapia disintossicante per ripristinare un tasso il più vicino alla norma. Si evidenzia l’iperbilirubinemia quando si verifica un’ostruzione delle vie biliari extraepatiche a causa di episodi di compressione, in alcuni casi si evidenzia invece un ristagno all’interno del fegato provocato dalla formazione di masse tumorali nella zona del parenchima epatico. Inoltre la bilirubina diretta alta sorge con una certa frequenza in quei soggetti che fanno uso di contraccettivi ormonali o anche di citostatici, di antinfiammatori non cortisonici, di steroidi. Maggiori notizie si trovano su Bilirubina alta cause: quali sono. Continue reading

    Published by:
  • Valori bilirubina alti e livelli normali

    Valori bilirubina alti da cosa dipendono

    Generalmente i valori bilirubina alti di poco sopra la norma possono dipendere da alcune particolari condizioni di natura temporanea come ad esempio: digiuno, attività fisica eccessiva, assunzione di alcol, periodi di forte stress, febbre, ma anche episodi di infezioni. Si possono riscontrare anche delle anomalie nei valori di bilirubina determinate da un danno epatico, oppure come conseguenza di un effetto collaterale dopo aver seguito alcune terapie farmacologiche. Sono considerati normali i valori della bilirubina totale quando oscillano tra 0,2 e 1,1 mg/dl; mentre i livelli della bilirubina diretta o coniugata non dovrebbero superare gli 0,3 mg/dl, restando compresi nel range 0 – 0,2 mg/dl; la bilirubina indiretta non coniugata in condizioni normali dovrebbe attestarsi sui valori di 0,2 – 0,8 mg/dl. L’aumento della bilirubina totale con valori che superano i 2-2,5 mg/dl determinano la comparsa dell’ittero che conferisce la colorazione gialla della cute e delle sclere oculari, quando si evidenzia l’assenza di bilirubina nelle urine allora si riscontra che l’ittero sia causato da un rialzo della bilirubina non coniugata.  Altre informazioni utili su Bilirubina alta sintomi come si evidenziano. Continue reading

    Published by:
  • Bilirubina alta sintomi come si evidenziano

    Bilirubina alta sintomi

    I soggetti che presentano livelli di bilirubina alta hanno sintomi caratteristici, determinati dall’alta concentrazione di iperbilirubinemia che si palesa con fattori legati al colore del pigmento rossastro o giallognolo che si riassumono nella manifestazione dell’ittero che nel soggetto si evidenzia con una  colorazione giallastra della pelle che interessa anche il bulbo oculare, a cui si accompagnano feci di colore chiaro ed urina scura. In condizioni normali questa sostanza viene sintetizzata dalla disgregazione dei globuli rossi, attraverso il sangue la bilirubina raggiunge il fegato dove un enzima la separa dal sangue, dopo essere arrivata al fegato passa poi nell’intestino e qui si unisce alla bile per essere poi smaltita attraverso le feci. Una piccola quantità di bilirubina resta in circolo nel sangue ed in seguito viene eliminata dall’organismo dopo una reazione chimica nel fegato: in questo modo la forma tossica della bilirubina, ovvero la bilirubina non coniugata, viene convertita nella forma non tossica diventando bilirubina coniugata. Per ulteriori notizie si rimanda all’articolo Bilirubina alta: definizione e diagnosi.

    Continue reading

    Published by:
  • Bilirubina alta cause: quali sono

    Bilirubina alta cause principali

    Dopo aver diagnosticato il problema è importante individuare la giusta terapia da seguire, ma per arrivare ad individuare la giusta strada terapeutica è fondamentale individuare quali sono della bilirubina alta le cause. Normalmente quando si riscontra un alto valore di bilirubina, che è emesso come prodotto di scarto dal fegato, bisogna identificare quali sono i fattori che determinano i problemi epatici che causano la bilirubina alta da imputare a varie patologie che possono interessare principalmente il fegato, oppure determinare un’ostruzione dei dotti biliari. L’aumento del livello della bilirubina, che in condizioni normali si attesta su un valore compreso tra i 0.3-1.0 mg/dl, viene evidenziato da una semplice analisi del sangue. La causa più comune dell’iperbilirubinemia è l’epatite, una patologia provocata  da un processo infiammatorio che coinvolge il fegato, in particolare tenendo conto del tipo di epatite bisogna risalire alle diverse eziologie che fanno di solito capo a delle errori di natura alimentari quali: abuso di alcool, assunzione di cibo o acqua contaminati. Altre notizie su Bilirubina alta: definizione e diagnosi.

    Continue reading

    Published by: