• Emoglobina glicosilata HbA1c alta valori per monitorare il diabete

    Pubblicità

    Emoglobina glicosilata HbA1c alta valori

    Il diabete è una condizione in cui assumono una particolare rilevanza dell’emoglobina glicosilata HbA1c alta i valori. I soggetti affetti da diabete devono tenere sotto controllo il processo di glicazione in quanto se nel sangue è presente  una quota alta di glucosio allora maggiore sarà la concentrazione di emoglobina glicosilata. Il processo enzimatico attraverso cui si viene a formare la glicazione dipende dalla concentrazione media del glucosio nel sangue nel corso del ciclo di vita dei globuli rossi presenti  nel flusso sanguigno: se si registra un’alta quota di glicemia media allora anche la misura della quota di emoglobina glicata risulta elevata. Per rilevare i livelli di HbA1c il soggetto deve sottoporsi ad un semplice esame di laboratorio, un test che deve essere effettuato con maggiore frequenza da parte  dei soggetti diabetici che grazie a questo indice predittivo possono tenere sotto controllo la glicemia media scongiurando di sviluppare le complicanze di questa patologia cronica. L’emoglobina glicosilata consente quindi di monitorare i valori glicemici nei 2-3 mesi precedenti fornendo un riscontro di tipo metabolico dell’andamento della malattia. Ulteriori notizie si trovano su Emoglobina glicata alta IFCC, sg e HbA1c: gli indicatori dell’esame.

    Continue reading

    Published by:
  • Bilirubina totale alta come viene accertata

    Bilirubina totale alta: l’accumulo del pigmento nell’organismo

    Si registra un tasso di bilirubina totale alta quando la sua concentrazione supera i valori di riferimento considerati normali: l’aumento del pigmento biliare oltre i 3-4 milligrammi per decilitro di sangue determina l’insorgenza dell’ittero, che si palesa con un accumulo di questa sostanza nell’organismo del soggetto determinando il colorito giallastro della cute e delle sclere oculari. Negli esami di laboratorio viene riportata solo la misurazione della bilirubinemia totale, che rappresenta la somma della frazione diretta e di quella indiretta. L’iperbilirubinemia è una condizione che viene a verificarsi nei casi in cui viene distrutta troppa emoglobina, questo provoca degli alti livelli di bilirubina nel sangue, una condizione che va indagata per riuscire a specificare se è la frazione diretta o quella indiretta ad evidenziare l’iperbilirubinemia. In genere si riscontrano valori di bilirubina totale alta quando il soggetto risente della presenza dell’itterizia di cui esistono diverse tipologie da imputare a differenti patologie a livello ematico ed epatico. Per approfondimenti si rimanda alla lettura dell’articolo Valori della bilirubina e condizioni anomale. Continue reading

    Pubblicità
    Published by:
  • Tracce emoglobina urine gravidanza da cosa dipende

    Tracce emoglobina urine gravidanza

    Quando si riscontrano tracce emoglobina urine in gravidanza questa condizione normalmente è da imputare non alla gestazione ma ad altri fattori di tipo fisiologico o patologico, in tal caso si evidenzia l’incapacità dei reni di filtrare la proteina. L’emoglobinuria può essere quindi il segnale di un malfunzionamento, di una lesione o di una malattia che interessa principalmente la regione epatica, per questa ragione è opportuno appurare l’eziologia sottoponendosi ad ulteriori indagini diagnostiche. Il medico dopo aver fatto ripetere l’esame delle urine per accertare che l’anomalia tende a riproporsi può richiedere anche un esame ecografico ai reni ed alle vie urinarie attraverso cui poter rilevare l’eventuale presenza di: infezioni che interessano le vie urinarie; formazioni tumorali; presenza di calcoli; patologie ematiche o epatiche. Spesso quando si viene a verificare il passaggio dell’emoglobina nelle urine bisogna analizzare attraverso altri accertamenti da dove essa arriva; i fattori che determinano la presenza di emoglobinuria possono essere infatti legati a diverse condizioni quali: un infarto renale; l’assunzione di particolari farmaci; l’essersi sottoposti a trasfusioni di sangue di gruppo incompatibile; l’insorgenza di ustioni che si localizzano su parti estese del corpo; casi di coagulazione intravascolare disseminata; la presenza di protesi valvolare cardiaca. Ulteriori informazioni su Esame emoglobina nelle urine: i dati forniti.

    Pubblicità

    Continue reading

    Published by:
  • Esame emoglobina nelle urine: i dati forniti

    Esame emoglobina nelle urine

    Quando si scoprono dall’esame tracce di emoglobina nelle urine allora questo dato potrebbe segnalare che la funzione renale è compromessa da alcune condizioni di tipo patologico che vanno indagate. Grazie a questo test di laboratorio è possibili analizzare minuziosamente le caratteristiche fisiche dell’urina (colore, aspetto, odore) ma allo stesso modo è possibile studiare la stessa composizione chimica dell’urina esaminando le sue componenti (proteine, glucosio, sangue). Il medico dopo aver valutato le condizioni cliniche del paziente può prescrive l’esame delle urine quando riscontra un quadro di sintomi che si palesa con dolore addominale, bruciore quando si urina e le urine appaiono schiumose o di colore anomalo tendente al rosso. Quando si scopre che la propria urina continua a presentarsi rossastra è opportuno rivolgersi al proprio medico curante, per verificare se questa anomalia è dovuta a delle condizioni passeggere legate all’assunzione di alcuni medicinali, all’intossicazione alimentare, all’esposizione a veleni e sostanze tossiche, oppure se l’anomalia è il campanello d’allarme che si manifesta come un sintomo di patologie che riguardano l’apparato urinario, interessando principalmente i reni. Per ulteriori informazioni si consiglia la lettura di Bilirubina urine: possibile manifestazione dell’itterizia. Continue reading

    Published by:
  • Emoglobina molto bassa e bassissima: quali sono le conseguenze

    Emoglobina molto bassa e bassissima

    Se si riscontra un dosaggio di emoglobina molto bassa e bassissima la condizione deve destare una certa preoccupazione in quanto è un evidente campanello d’allarme che segnala una patologia che non deve essere trascurata. Generalmente non sono rare eventuali carenze di ferro estranee a malattie che si rilevano con una diminuzione dei livelli dell’emoglobina, questi casi sono piuttosto frequenti ed essendo legati per lo più a delle condizioni fisiologiche sono facilmente risolvibili con una dieta mirata. Nei casi in cui l’organismo non riesce a riceve una sufficiente concentrazione di sangue ossigenato tende a sviluppare l’anemia che si evidenzia in diverse forme, inoltre i valori di emoglobina possono diminuire per la presenza di altre patologie. I soggetti possono sviluppare l’anemia in maniera lieve tanto da rappresentare un disturbo temporaneo, quando invece il quadro clinico del paziente si caratterizza per una sintomatologia più severa il problema tende a diventare cronico, per questa ragione le diverse forme di anemia si classificano essenzialmente il lieve e quindi perfettamente curabili, ed in forme più gravi che possono durare anche per anni tanto da costituire  un pericolo per la vita stessa del paziente soprattutto se la presenza della patologia viene diagnosticata con forte ritardo. Ulteriori notizie si trovano su Emoglobina bassa cause e sintomi: oligocromemia. Continue reading

    Published by:
  • Bilirubina diretta alta cosa comporta

    Bilirubina diretta alta

    L’esame della bilirubemia permette di misurare la concentrazione di questo pigmento biliare nel circolo del sangue. Quando si evidenzia una concentrazione di bilirubina diretta alta allora questa componente biliare è stata processata  nel fegato dove si combina con l’acido glucoronico, attraverso questo legame la bilirubina acquisisce la forma idrosolubile in questo modo può sciogliersi in acqua ed essere poi espulsa con maggiore facilità dall’organismo. La bilirubina coniugata o diretta quando arriva nel colon attraverso la bile trova le condizioni per essere trasformata nella frazione indiretta ed a questo punto può essere espulsa dall’organismo. Quando un soggetto evidenzia con una certa costanza dei valori più alti di bilirubina diretta  rispetto al range dei livelli considerati normali allora ha sviluppato delle patologie da ricondurre principalmente a problemi a livello epatico, oppure da ricondurre ad un’eccessiva emolisi dei globuli rossi: il processo di distruzione dei globuli rossi avviene in maniera più rapida rispetti alla regolare attività eritrocita. Ulteriori notizie si trovano su Bilirubina alta cause a livello epatico.

    Continue reading

    Published by:
  • Emoglobina bassa gravidanza rischi rimedi quali sono

    Emoglobina bassa gravidanza rischi rimedi

    Nel corso del secondo e del terzo trimestre dell’epoca gestazionale il fabbisogno di ferro in una donna aumenta perché la gestante deve soddisfare le stesse necessità del nascituro per questo motivo si evidenzia il quadro clinico dell’emoglobina bassa gravidanza rischi rimedi. Quando i valori di emoglobina durante la gravidanza si attestano su dei livelli inferiori ai 10 g/dl si evidenzia un deficit di ferro a cui ricondurre una condizione di anemia che va monitorata con cura per  evitare che le condizioni di salute della madre e del feto diventino preoccupanti, ed infatti tra le principali complicanze della riduzione della concentrazione di emoglobina si rileva un deficit nell’ossigenazione del feto che può causare degli scompensi nel suo sviluppo. Per evitare di sviluppare una grave forma di anemia durante la gestazione alle donne si prescrivono spesso degli integratori di ferro da associare ad una dieta sana ed equilibrata ricca di alimenti che contengono questo minerale, inoltre accanto al ferro si raccomanda anche l’acido folico, ossia la vitamina del gruppo B9, che è impegnato nella produzione di sangue attraverso il processo di emopoiesi. Per approfondimenti si rimanda alla lettura dell’articolo Glicemia in gravidanza: il diabete gestazionale.

    Continue reading

    Published by:
  • Emoglobina bassa cause e sintomi: oligocromemia

    Emoglobina bassa cause e sintomi

    Il valore di emoglobina bassa dipende da cause e sintomi determinati non solo dalla concentrazione della proteina in circolo nel flusso sanguigno ma anche dalla stessa dimensione dei globuli rossi. L’emoglobina è una delle proteine principali che compongono i globuli rossi ed i suoi valori sono strettamente dipendenti con il conteggio dei globuli rossi evidenziati dagli esame di laboratorio ossia dai risultati dell’ematocrito. Il livello deficit di emoglobina causa a sua volta una carenza di ferro, da scrivere a fattori fisiologici molto frequenti, ma anche da condizione patologiche segnalate da un quadro sintomatologico tipicamente caratteristico. Si definisce oligocromemia una condizione che attesta lo sviluppo delle diverse forme di anemie evidenziando il calo dell’emoglobina e la conseguente alterazione intervenuta nella funzionalità dei globuli rossi che trasportano una limitata quantità di ossigeno al corpo. Si riscontra un tasso di emoglobina bassa quando il soggetto è colpito da condizioni emorragiche acute; non vanno sottovalutate le patologie che causano un’eccessiva degradazione dei globuli rossi oppure sono connesse ad un limitato processo di sintesi degli eritrociti. Ulteriori notizie si trovano su Analisi sangue bilirubina: le condizioni che alterano i valori.

    Continue reading

    Published by:
  • Emoglobina glicata alta IFCC, sg e HbA1c: gli indicatori dell’esame

    Emoglobina glicata alta IFCC, sg e HbA1c

    Il test che permette di rilevare l’emoglobina glicata alta rispetta i parametri IFCC, sg e HbA1c: con la recente regolamentazione nella misurazione della glicemia glicata, il referto di laboratorio presenta delle nuove misure ed espressioni, in linea con gli altri Paesi europei, mentre resta inalterato l’esito degli esami che permette di monitorare la presenza di glucosio che rimane ingabbiato nella catena degli amminoacidi che costituiscono questa proteina. Ed infatti con la misurazione dell’emoglobina glicata è un esame di routine per i soggetti affetti dalla patologia cronica del diabete, grazie a questo indicatore della glicemia media vengono raccolti i dati relativi al processo di glicazione avvenuto nel sangue del soggetto nel corso delle 6-8 settimane precedenti all’esame. I valori dell’emoglobina glicosilata, ossia legata alle molecole di glucosio attualmente vengono espresso in una duplice misurazione: ai valore in percentuale, unità di misura in precedenza adottata nella lettura dei risultati del test sg emoglobina con cui si esprime la misurazione dell’HbA1c, si affiancano anche i risultati in millimoli (mmol) di emoglobina glicosilata per mole di emoglobina totale (mmol/mol), ossia i valori introdotti negli ultimi anni in Italia e che si rifanno quindi al nuovo metodo di riferimento (IFCC) di misurazione. Per ulteriori informazioni si rimanda all’articolo Valori normali di glicemia nel diabete: l’importanza dell’autocontrollo. Continue reading

    Published by:
  • Bilirubina alta cause a livello epatico

    Bilirubina alta cause

    L’iperbilirubinemia è una condizione da tenere sotto controllo in quanto è caratterizzata da valori di bilirubina alta nel sangue connessa a varie cause, si evidenzia una condizione di iperbilirubinemia quando il dosaggio di questo pigmento biliare supera i 2.5 milligrammi per decilitro di sangue. Un’elevata concentrazione di bilirubina è strettamente dipendente a fattori quali: un’eccessiva distruzione dei globuli rossi, una condizione da ricondurre generalmente all’insorgenza di varie forme di anemia emolitica; l’aumento della concentrazione della bilirubina dipende da una combinazione tra l’innalzamento del livello della bilirubina diretta o coniugata e l’aumento del tasso di bilirubina indiretta o non coniugata. Quando si scopre nel soggetto uno stato di iperbilirubinemia è necessario indagare la causa dell’anomalia che di solito dipende da alcune patologie a livello epatico quali: epatite, cirrosi, calcoli biliari; per completare l’anamnesi del paziente sono utili ulteriori analisi diagnostiche che permettono di valutare la stessa funzionalità epatica in presenza di problemi legati al quadro clinico di malattie che interessano il fegato. Maggiori notizie si trovano su Valori bilirubina: il range di riferimento.

    Continue reading

    Published by: