• Pubblicità
  • Distruzione dei dotti biliari nella cirrosi biliare primitiva

    Distruzione dei dotti biliari nella cirrosi biliare primitiva A causa della progressiva distruzione dei dotti biliari nella cirrosi biliare primaria si determina un anomalo accumulo delle sostanze nocive a livello del fegato, come conseguenza a volte possono formarsi delle cicatrici irreversibili del tessuto del fegato delineando così il quadro clinico della cirrosi epatica. Ancora non […]
    Continua..
  • Quadro clinico della sindrome nefrosica

    Quadro clinico della sindrome nefrosica A causa dell’alterazione dei glomeruli renali si verifica una perdita di proteine con le urine delineando il quadro clinico della sindrome nefrosica che può dipendere da un danno a livello renale oppure può sorgere come conseguenza di una malattia primaria che non colpisce esclusivamente i reni. I segni clinici sono […]
    Continua..
  • Fistola biliare: complicanza della chirurgia epato-biliare

    Fistola biliare: complicanza della chirurgia epato-biliare In caso di fuoriuscita di bile dalla zona di sezione del fegato o direttamente dalla via biliare principale si parla di fistola biliare che rappresenta una complicanza che può presentarsi nei soggetti che si sono sottoposti ad interventi di resezione pancreatica che prevedono il confezionamento di una anastomosi bilio-digestiva. […]
    Continua..
  • Dosaggio dei livelli di urobilinogeno nelle urine

    Dosaggio dei livelli di urobilinogeno nelle urine Quando si sospetta una condizione patologica a carico del fegato e delle vie biliari vengono eseguiti diverse analisi di laboratorio tra cui il dosaggio dei livelli di urobilinogeno nelle urine. L’urobilinogeno è uno dei prodotti derivanti dalla degradazione dei globuli rossi invecchiati o danneggiati attarverso il processo di […]
    Continua..
  • Valori alti di bilirubina lesioni epatocellulari

    Valori alti di bilirubina lesioni epatocellulari Si possono registrare valori alti di bilirubina a livello ematico e nei tessuti in caso di insufficiente elaborazione epatica causata da lesioni epatocellulari come conseguenza quindi la bilirubina in parte non penetra nella cellula epatica, mentre la frazione che penetra viene scarsamente metabolizzata senza però essere indirizzata verso la bile […]
    Continua..
  • Sindrome epatorenale e cirrosi

    Sindrome epatorenale e cirrosi Un dato clinico certo mette in evidenza che esiste una stretta relazione tra sindrome epatorenale e cirrosi, visto che questa complicanza tende a colpire con maggiore incidenza gli individui con cirrosi e con una pressione elevata nel sistema della vena porta. Sono stati individuati infatti dei fattori che rendono i pazienti colpiti da […]
    Continua..
  • Sindrome di Budd-Chiari caratteristiche

    Sindrome di Budd-Chiari caratteristiche In ambito clinico la sindrome di Budd-Chiari indica un gruppo di disordini accomunati tra di loro dalla presenza di un’ostruzione del ritorno venoso epatico a livello delle venule epatiche, delle vene sovra-epatiche, della vena cava inferiore o dell’atrio destro; a causa dell’ostruzione il paziente è soggetto ad un aumento della pressione nei […]
    Continua..
  • Trattamento chirurgico del tumore di Klatskin

    Trattamento chirurgico del tumore di Klatskin In base alla loro localizzazione ed alla loro entità i tumori maligni delle vie biliari richiedono un preciso tipo di intervento, nello specifico il trattamento chirurgico del tumore di Klatskin richiede la rimozione di una rilevante porzione di fegato, ma comporta anche la rimozione di dotto biliare, cistifellea ed in alcuni […]
    Continua..
  • Iperbilirubinemia trattata con plasmaferesi

    Iperbilirubinemia trattata con plasmaferesi La CPFA (Coupled PlasmaFiltration Adsorption) è una tecnica di depurazione ematica extracorporea sperimentata in caso di iperbilirubinemia che quindi può venir trattata con plasmaferesi. Nello specifico la tecnica di CPFA, già impiegato come trattamento di depurazione in caso di sepsi, combina la plasmaseparazione, con un trattamento aferetico di adsorbimento, ed il […]
    Continua..